slide
slide

Chi siamo

Ci troviamo sulle colline di Negrar, uno dei cinque comuni della zona storica (ora Classica) di produzione dei vini Valpolicella e Amarone, in provincia di Verona.

Nel 1960 Roberto Mazzi termina gli studi di Agraria, ed immediatamente inizia l’opera di imbottigliamento con l’etichetta dei vini di famiglia, prodotti fin dall’inizio del 1900. Il primo passo fu la distinzione dei vini in base alle colline di origine: Calcarole, Castel, Poiega e Villa, tutte caratterizzate da un’ottima esposizione. In origine, la cantina si chiamava Sanperetto, dal nome della frazione sede dell’azienda.
La proprietà era stata ereditata dalla madre Gesuina Dall’ Ora (1899-1982), discendente di una famiglia conosciuta per l’attività di mugnai di secolare insediamento in Valpolicella. Nel 1800, quando si diffuse maggiormente la coltura della vite, la prozia Angelina Dall’Ora (1866-1926) decise di abbandonare la vecchia attività molitoria per intraprendere una nuova sfida: la vinificazione delle uve. Una scelta coraggiosa, particolarmente difficile per una donna a quei tempi, e che ha il sapore della vera imprenditoria: quella che sa ascoltare e cogliere i cambiamenti del mercato, iniziando a vinificare, vendemmia dopo vendemmia, le diverse proprietà di famiglia.

Portando avanti la decisione presa, Angelina Dall’Ora iscrive alla facoltà di Scienze Agrarie dell’ Università di Pisa, il nipote più giovane Gaetano (1897-1965) per essere aggiornata sulle nuove tecniche di coltura dei vigneti e sulle vinificazioni. Si racconta in famiglia che il giovane studente iniziò ben presto a mettere a frutto gli insegnamenti ricevuti: nelle visite dei vigneti sovente istruiva i coloni-mezzadri a fare potature invernali più corte, e potature verdi estive, per diminuire leggermente le rese ed aumentare la qualità del prodotto finale.
Il vino allora veniva venduto sfuso ed era soprattutto destinato al mercato vinicolo della Lombardia. Quel poco imbottigliato (in particolare il dolce Recioto) era riservato per la famiglia (nascite, battesimi-matrimoni e altre ricorrenze) e per i clienti amici.

Ora la conduzione dell’azienda vitivinicola di famiglia – oltre sette ettari - è portata avanti dai fratelli Stefano ed Antonio, figli di Roberto, che producono con grande passione Valpolicella Classico Superiore, Amarone e Recioto della Valpolicella Classico.